Tag Archives: orgasmic rabbit

Orgasmic Rabbit: il miglior amico delle donne

Come raggiungere il doppio piacere con l’Orgasmic Rabbit

Il vibratore Orgasmic Rabbit è composto da una parte principale, che ricorda il fallo maschile, e da una parte inferiore con due simpatiche orecchie da coniglietto: lo scopo è di riuscire a dare piacere sia alla parete vaginale, che di stimolare dolcemente il clitoride, riuscendo anche a raggiungere il tanto mitologico punto G. Si può scegliere se utilizzare le due parti vibranti insieme o separatamente, e in aggiunta le sfere rotanti presenti nella punta dell’asta forniscono un piacere particolare alla vagina: con delicatezza ma allo stesso tempo con forza.

Come utilizzarlo

Col tempo la parola vibratore ha superato il suo iniziale carattere negativo, e complice l’aspetto gradevole dell’Orgasmic Rabbit il suo utilizzo non è più così trasgressivo, cosa che non lo rende certo meno piacevole all’uso. La sua esperienza di piacere può essere rinnovata insieme al partner senza particolari pudori, e anzi per lui sarà una sensazione di piacere far godere la propria donna con un oggetto che riproduce nella forma l’organo maschile.

La storia del vibratore coniglio

Origini del “coniglio”

La storia dei vibratori femminili parte, almeno ufficialmente, nel 1869, quando per curare l’isteria femminile viene inventato da George Herbert Taylor. Ma è solo nel 1983 che la Vibratex diffonde il vibratore a doppia azione, ovvero a stimolazione vaginale e clitoridea. Il suo formato è ancora classico, con il caratteristico componente interno che ricorda il pene e delle protuberanze esterne, e si arriva al coniglio (rabbit in inglese significa quello) per puro caso. Continue Reading

© 2017. - IlTamburo.it - Chi Siamo