Sensuale sesso gay

Pensate che soltanto nel mondo dei videopornogay si vedano scene in ufficio di sesso sfrenato? Ebbene, dovrete ricredervi! Se amate le storie di cazzi giovani non potrete che leggere avidamente questa storia che ci è stata inoltrata! Non volevamo tenerla tutta per noi e ci è sembrato giusto che ve la poteste godere un pochino anche voi.
Per questioni di privacy sono stati tolti i nomi dei due protagonisti e ovviamente della compagnia per la quale lavorano.
Non sappiamo se questi due abbiano ancora una storia ma sicuramente di sono divertiti parecchio? Pronti? Mettetevi comodi e gustatevi questa testimonianza sensuale:

“Avevo fatto una grande vendita a lavoro e l’intera compagnia era davvero entusiasta: un nuovo assunto (era un ragazzo di 10-15 anni più vecchio di me) mi aveva chiesto se volevo prendere una bistecca per festeggiare. Era un ragazzo simpatico e quindi ho detto di sì. La cena è stata divertente e si è offerto di pagare il conto. Stava parlando di come si fosse appena trasferito in città per il lavoro e non conosceva nessun altro quindi ho pensato che sarebbe stato bello chiedere se volesse vedere un film o qualcosa del genere; così abbiamo fatto e ho comprato i biglietti e le bibite. Dopo il film siamo andati ciascuno per la propria strada e il lunedì seguente uno dei miei amici è entrato nel mio ufficio e ha chiuso la porta, iniziando a ridere: a quanto pare il nuovo ragazzo era gay e non ho capito il fatto che lui pensasse che eravamo ad un appuntamento.
 


Eppure, anche se non dissi nulla a nessuno, questo non mi dispiaceva! Anzi. Avevo sempre pensato che un pompino fatto da un gay dovesse essere particolarmente sensuale e unico. Non so se sarebbe stato uguale a farselo fare da una donna, ma avendo sbirciato qualche video gay pensavo che sarebbe stato quasi certamente migliore. Che cosa mi costava provare? Sicuramente a lui piacevo e lui era molto piacente. Sicuramente me lo avrebbe fatto volentieri!

Ci sono uscito di nuovo e di nuovo. Una sera aveva bevuto parecchio ed eravamo saliti in macchina per fare un giro. Dopo essersi ripreso, mi sussurrò all’orecchio: “Voglio succhiarti il cazzo, voglio che tu mi venga in bocca”. Parole più dolci non sono mai state pronunciate, non vedo l’ora di quel momento e finalmente era arrivato. Cercare di rimanere caldo ma il cazzo mi si era drizzato subito, pronto a farsi accogliere in quella bocca carnosa e calda.

Girai il pick-up per tornare a casa e parcheggiai. Immediatamente, si era quasi gettato sopra i miei jeans. Mi ha tirato fuori il pene e li ha tirati giù, mettendo il mio cazzo duro in bocca in meno di un battito cardiaco. Ha succhiato e sbavato sul mio cazzo fino a quando gli ho dato quello che voleva. Ha ingoiato avidamente tutto ciò che le ho dato.

Siamo andati nel letto e ci siamo messi a dormire.”

Got Something To Say:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2019. - IlTamburo.it - Chi Siamo