Gli italiani e il sesso: curiosità

Sei convinto che gli italiani siano i più bravi a letto? E se ti dicessi che questo famoso mito sta lentamente cambiando? Gli italiani fanno sempre più meno sesso e in questo articolo ti spiegherò il perché. Continua la lettura qui sotto.

Da sempre esiste il mito che gli italiani siano più bravi a letto degli altri abitanti del pianeta. Questa diceria è stata utilizzata e sfruttata dal mondo del cinema e anche di più dall’industria del porno, dove figure come l’attore Rocco Siffredi hanno fatto sì che questa leggenda fosse accettata da tutti. Nonostante ciò, la verità è tutt’altra. Da una ricerca condotta su diversi soggetti campione è emerso che gli italiani fanno più sesso rispetto alla media europea, ma di bassa qualità. Ogni italiano fa sesso per circa 9 volte al mese, ma della durata di non oltre due minuti. Questo porta una notevole insoddisfazione nella coppia e spiega anche perché il numero di divorzi sia drasticamente aumentato nell’ultimo decennio.

Non a caso, è stato stimato che ben 800mila italiani soffrano di problemi legati alla sfera sessuale all’interno della coppia. L’eiaculazione precoce è un problema che interessa un buon numero di italiani che nella maggior parte dei casi lo sottovalutano e non contattano il medico per risolverlo. Questo è causato dal fatto che coloro che ne soffrono provano una certa timidezza nell’ammetterlo, anche con la stessa partner. La successiva perdita di autostima ha il catastrofico effetto di rendere la situazione quasi irrecuperabile arrivando alla rottura del rapporto.

Il calo di interesse verso il sesso e tutto ciò che ruota intorno ad esso è causato anche dai social network. La maggior parte degli utilizzatori di internet preferisce passare ore e ore su Facebook e Instagram, interessandosi all’ultimo tag o moda del momento, piuttosto che fare qualsiasi altra attività, compreso sesso o masturbarsi. È stato registrato anche un notevole calo negli utilizzatori della pornografia. Rispetto a un decennio fa, circa il 20% in meno di persone ricerca video porno italiani gratis. Nonostante questo, è curioso il fatto che sia in aumento il numero di donne che si avvicinano al porno, che passa da una su cinque a una su tre. Non sono stati evidenziati dei cambiamenti significativi sull’età degli utilizzatori dei porno che sono per la maggioranza gli uomini di età compresa tra i 20 e i 40 anni, con un leggero calo verso i 50 anni. Questo fattore è dovuto anche a una certa abilità nell’uso della tecnologia.

Le persone di oltre i 50 anni che usano quotidianamente internet per ora non sono ancora tante come ci si possa aspettare. Questi dati sono certamente sconcertanti. Gli italiani non sono più dei veri appassionati del sesso. A quanto pare, con il passare degli anni, gli italiani si interesseranno sempre di più all’ultimo post di Facebook, all’ultima foto pubblicata su Instagram, piuttosto che a delle zoccole porno sul web, a meno che non ci sia un cambio completo di tendenza.

Got Something To Say:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

© 2018. - IlTamburo.it - Chi Siamo